Informativa cookiesInformativa cookiesInformativa

Questo sito utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue

preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il

.consenso a tutti o ad alcuni

cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina

o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

 

 

MEDIAEQUASARDA

Mediazione e Conciliazione

Benvenuti in Mediaequa

Il nostro sistema giudiziario è troppo affollato. E' giustizia attendere una sentenza dopo quattro anni dall'avvio dell'iter processuale? Se l'oggetto della contesa è di natura puramente economica e di modica cifra, forse l'effetto e il senso di giustizia poco si avverte o è nullo; ma se la natura del conflitto ha forte impatto umano o sociale, allora la lunga attesa rende la parte offesa affamata di giustizia, l'attesa lascia il posto alla collera, il dolore se presente si trasforma in desolazione, e questa allontana il cittadino dal valore comune di giustizia. Pensate allora a più ingressi invece di uno; non solo l'iter processuale come unico ingresso per raggiungere la giustizia, ma anche quello conciliativo (mediazione civile).

Non affolliamo più i tribunali creando e accrescendo le code e i tempi di svolgimento e di risoluzione dei conflitti civili, ma chiediamo giustizia attraverso l'ingresso dell'istituto della mediazione civile. Percorso per il quale è stato previsto un iter della durata massima di quattro mesi, ad un costo irrisorio (e comunque inferiore a quello processuale), e non necessariamente tutelati da un proprio legale. Il mediatore, infatti, è la nuova figura nel mondo della giustizia, che garantendo equità di valutazione essendo equidistante dalle parti, costruisce una proposta conciliativa non di parte sulla quale è possibile una conclusione favorevole del conflitto.  Quindi non solo non accresciamo la coda dei processi (coda sempre più lunga) ma acceleriamo l'iter della nostra richiesta che sarà evasa entro quattro mesi. Non è poco. Perché Mediaequa. L'attività messa in campo proviene dal mondo della più ampia attività di tutela che ci contraddistingue nell'ambito della CGIL a cui facciamo riferimento. Non da oggi gestiamo controversie tra le parti. Abbiamo celebrato il centenario tempo fa, e tanto è il tempo che ci trova presenti nella tutela, nei diritti, in mezzo ai conflitti, singoli e collettivi; sempre alla ricerca di uno stesso sentire e volere: un valore comune di giustizia. Non è poco. Ci siamo anche noi e se proprio non puoi farne a meno, se pensi che parlarne può già alleviarti, allora chiama il numero qui sotto non ti costa nulla e avrai risposte.